Pasqua alle Baleari: fede, tradizioni religiose e gastronomiche

Pubblicato mer 13 aprile 2022 11:13:40

Un paradiso naturalistico, che durante la settimana di Pasqua si anima di tradizione, fede e spiritualità, che ne fanno emergere l’anima autentica.

Le Isole Baleari commemorano i riti della Semana Santa, le secondo il profondo sentimento cattolico che le caratterizza, ma questi giorni segnano anche l’arrivo della primavera gastronomica, il periodo dell’anno durante il quale si mangiano le tipiche panate, robiols, crespells e flaons. 

Dalla Via Crucis della Domenica delle Palme, alla processione dell’“Encontre”, che ha luogo durante la domenica di Pasqua presso la città di San Francesc Xavier (Formentera), ecco tutti gli eventi a cui è possibile assistere durante questo periodo dell’anno nell’arcipelago.

 

Maiorca: la processione del Giovedì Santo e la discesa dalla Croce

Di tutte le processioni del Giovedì Santo, una delle più solenni è sicuramente quella di Sant Crist de la Sang a Palma di Maiorca, alla quale partecipano una trentina di confraternite e carri. 

Il Venerdì Santo più popolare dell’isola, invece, è quello di Pollença, dove si svolge uno spettacolare “Davallament” (discesa dalla Croce) cioè una scenografica rappresentazione, che ripercorre le tappe degli ultimi momenti della vita di Cristo. In occasione del “Davallament”, in mezzo a un silenzio rotto solo dalle torce che bruciano nel vento e dalle note gravi del "Miserere", a poco a poco, i 365 gradini della Cappella del Calvario s’illuminano al passaggio delle candele.

Minorca: i carri allegorici e l’uccisione delle bambole

Le celebrazioni e le sfilate durante la Semana Santa iniziano a Mahón la Domenica delle Palme con la prima delle processioni pasquali: la Via Crucis

L'evento più solenne però si svolge la sera del Venerdì Santo, con la processione del “Santo Entierro”, quando, partendo dalla chiesa parrocchiale, varie confraternite religiose e cittadine, vestite con tuniche e maschere, trasportano immagini sacre per le strade, accompagnati dal suono dei tamburi, delle trombe e delle bande locali. Le processioni del “Santo Entierro” a Mahón e Ciutadella prevedono anche la sfilata di carri allegorici con effigi religiose, particolarmente commoventi e spettacolari. 

La mattina di Pasqua a Ciutadella si può assistere a una un’insolita tradizione: la Matança dels Bujots, ovvero l’uccisione delle bambole di paglia. Alcune bambole vengono appese per la città con al collo un cartello che evidenzia un problema (ad esempio il poco lavoro, la politica ecc.) e, da mezzogiorno in poi, diventano obiettivo dei tiratori che le abbattono.

Ibiza: la sfilata degli incappucciati

Ibiza è un’isola intrisa di trazioni cattoliche che, durante il periodo pasquale, si possono ammirare nei vari paesini e soprattutto nel capoluogo, la città d’Ibiza. 
Durante la Settimana Santa si può assistere alla festa di Saint Miquel in una cornice molto caratteristica, quella della Chiesa Fortezza di Santa Eulalia che domina tutto il paesaggio circostante. 

Il Venerdì Santo, i festeggiamenti si spostano nella città d’Ibiza, con la sfilata di figure incappucciate (penitenti) dalla Cattedrale di Santa Maria de Les Neus attraversando le vie di Dalt Villa, facendo rimbombare il suono dei tamburi in maniera sommessa e lugubre, per poi concludersi la domenica di Pasqua con la commovente rappresentazione dell’ “Encontre”.

Formentera: cerimonie religiose e prime nuotate

Anche a Formentera gli eventi iniziano la Domenica delle Palme e terminano la domenica di Pasqua con la processione dell’ "Encontre"

I festeggiamenti sono condivisi tra residenti e turisti, e a mezzogiorno del giorno di Pasqua solitamente viene condiviso un pasto popolare il cui piatto principale è il cuinat – uno stufato di verdure e legumi – accompagnato da un buon vino contadino e per dessert un pezzo di flaó (cheesecake alla menta) o le frittelle dolci e salate come le "bunyols" e le "orelletes".

Nel periodo pasquale l’isola è un paradiso anche per quanti amano lo sport e le attività all’aria aperta: l’ideale per fare lunghe passeggiate lungo la costa, godersi gli eventi festivi e, se il clima lo permette, regalarsi la prima nuotata dell’anno. 

Pubblicato in: eventi, itinerari

Leggi anche

autobus bicicletta borghi crociere ecoturismo enogastronomia eventi ferrovie gite scolastiche itinerari outdoor progetti trekking

Pesaro sarà la Capitale italiana della Cultura 2024

"La città di Pesaro offre al Paese una eccellente candidatura basata su un progetto culturale che, valorizzando un territorio già straordinariamente ricco di testimonianze storiche e preziosità paesaggistico-ambientali, propone azioni concrete attraverso le quali favorire anche...
Leggi tutto