Enit al Qatar Travel Mart: prima volta dell’Italia alla fiera del Turismo di Doha 

Pubblicato ven 26 novembre 2021 12:29:43

Per la prima volta Enit ha partecipato alla fiera internazionale di turismo QTM Qatar Travel Mart di Doha. Prima fiera del suo genere nel Paese, QTM mira a sostenere e rafforzare la competitività dell'industria turistica riunendo il turismo in entrata e in uscita e fornendo un mercato per una relazione reciproca. L'evento ha offerto una panoramica sulle destinazioni di viaggio più ambite, i progetti di sviluppo immobiliare e le tendenze aggiornate del turismo di lusso, affari, medico, sportivo, mice, turismo halal, tempo libero e culturale al mercato di fascia alta più esigente, fornendo approfondimenti e nuove prospettive per il futuro del turismo riunendo aziende che presentano nuovi prodotti e tendenze nella tecnologia relativa ai viaggi e al turismo. 

Enit ha presentato il made in Italy al Qatar Travel Mart come motore del turismo: in fiera è stato allestito un corner dedicato al lifestyle italiano all’insegna della sostenibilità. Il brand Italia è stato declinato in video promozionali sul Bel Paese con immagini suggestive della Penisola. La partecipazione dell'Italia è stata supportata dell'ambasciatore d'Italia in Qatar, Alessandro Prunas, in previsione della prossima edizione dei Mondiali di calcio in programma in Qatar nell'autunno 2022. 
L'Italia è stata l'unico Paese europeo presente in fiera. L’auspicio di Enit e di tutto il comparto del turismo nazionale è che i numerosi collegamenti aerei disponibili, sia diretti operati dalla compagnia Qatar Airways, sia tramite altri vettori, potranno aumentare gli arrivi da questo Paese e dalle nazioni che hanno collegamenti indiretti verso l'Italia. 

 

I viaggiatori del Qatar in Italia: predilezione per città d’arte e alloggio in hotel

I qatarioti spendono circa 30 milioni di euro in Italia (47% della spesa per motivi di vacanza). A interessarli soprattutto la vacanza culturale (44,6% della spesa). Se viaggiano per motivi di lavoro, il 16% della spesa totale è destinata alle fiere. La maggior parte della spesa appartiene alla classe d’età tra 25 e 34 anni (53,8%). 

I viaggiatori del Qatar prediligono il centro Italia, soprattutto Lazio e Toscana (dove investono oltre 16 milioni di euro ossia il 55% della spesa totale) e il nord Ovest, dove prediligono principalmente la Lombardia (38,3% della spesa). Roma, Milano, Venezia e Firenze le città più ricercate su Google dai viaggiatori del Qatar in cerca di un alloggio. Portofino, Como e Rimini tra le località-gioiello predilette così come le zone dei grandi laghi. Le ricerche provengono soprattutto da una delle municipalità del Qatar, Ad-Dawhah, con quasi un milione di abitanti. I principali Paesi del Medio Oriente in generale (Dubai, Arabia Saudita e Qatar) superano i 370 milioni di euro di spesa per i viaggi di svago in Italia soprattutto a Roma e Milano. Le città d’arte italiane sono al centro degli interessi del mondo arabo, che predilige l’alloggio in hotel nell’80% dei casi. 

“L’Italia punta a conquistare gli oltre 2 milioni di abitanti del Qatar – spiega il presidente Enit Giorgio Palmucci –. Il Bel Paese sta diventando una delle mete amate dal turismo arabo. Soprattutto Milano, città prediletta, che per questo è in prima linea per migliorare l'accoglienza di questa tipologia di turismo. Un potenziale enorme ma ancora da approfondire, un target per il quale va calibrata al meglio l’offerta sia a livello di ospitalità sia di food&beverage, assecondando le esigenze di una clientela attenta e con necessità specifiche – dal cibo halal al tappetino per la preghiera a disposizione nelle camere e tenendo anche conto delle famiglie allargate e che spesso viaggiano con personale di servizio e che quindi necessitano di stanze comunicanti o suite”.

Pubblicato in: turismo

Leggi anche

Trasporto scolastico: 3 mila Comuni hanno richiesto finanziamenti previsti dal MIT

Solo 3 mila Comuni italiani - sui 5mila titolari di contratto di servizio per il trasporto scolastico – hanno presentato al MIT richiesta per accedere al finanziamento previsto con lo stanziamento del fondo per i ristori per le perdite dovute all’emergenza Covid-19 nell’anno...
Leggi tutto