Dal 12 novembre Cadeaux al Castello: torna il Mercatino natalizio nel borgo medievale di Limatola

Pubblicato gio 11 novembre 2021 11:50:58

Un castello medievale si trasforma in un fiabesco paesaggio natalizio, scenario perfetto per vivere la magia delle feste. Un “Natale vintage”, questo il claim della XII Edizione di “Cadeaux al Castello” 2021, che anima il Borgo di Limatola (Bn).

Nel piccolo borgo sannita, a soli trenta minuti dalla Reggia di Caserta, si cala il ponte levatoio dal 12 novembre (apertura nei weekend 12-14 e 19-21 e poi dal 26 tutti i giorni) fino al 12 dicembre con tante novità e punti di interesse dedicati a grandi e piccini.

L’evento rende accessibile alla visita uno scrigno di storia millenaria del territorio campano: costruito dai Normanni nel 1020 e custodito per secoli dalle dinastie degli Angioini fino ai Sanseverino, un luogo unico nel suo genere per scegliere regali speciali, attraverso un vero salto nel tempo.


Il mercatino e il Cottage di Babbo Natale

Il percorso di visita al castello conduce agli ambienti della fortezza normanna. Nel mercatino è possibile trovare prodotti artigianali, leccornie varie e prodotti tipici locali, addobbi natalizi, fino al Cottage di Babbo Natale, dove i più piccoli potranno portare la loro lettera e scattare una foto ricordo. Ma non solo. L'atmosfera è infatti magica per tutti e la parola chiave è sempre quella: desideri, anche per gli adulti.

Nel Cottage c'è un gran fermento: elfi che gironzolano per sistemare lo “Store delle Meraviglie”, carillon che si alternano con allegre melodie, l’albero che nasconde un Elfo curioso, altalene che dondolano all’impazzata perché zeppe di regali, una vecchia culla pendente con tante principessine di pezza, calendari dell’Avvento che scandiscono il tempo prima del grande giorno. E intanto dov’è Babbo Natale? Sulla sua vecchia e cara culla da barbiere, logorata dal tempo e dal peso, pronto a dedicarsi ai bimbi accorsi per conoscerlo dal vivo!


La mostra dei presepi

In questo regno magico grandi e piccini potranno ammirare Mastroalbero, l’Albero parlante del Giardino degli aranci, la “Biblioteca sospesa nel tempo”, il gigantesco “Album dei ricordi”, la “Grande casa delle bambole” e tanto altro ancora. Inoltre, il mago Abacuc, il piccolo Leo, i giullari di Spade, il teatro di Puppets natalizi, gli zampognari, la banda dei Babbi, Monsieur David faranno trascorrere ore indimenticabili. Infine, la suggestiva Cappella “intra castrum” che si affaccia sulla corte alta del Castello, ospiterà una mostra di presepi in cui saranno esposti pezzi unici e antichissimi.

 

Leggi anche

Trasporto scolastico: 3 mila Comuni hanno richiesto finanziamenti previsti dal MIT

Solo 3 mila Comuni italiani - sui 5mila titolari di contratto di servizio per il trasporto scolastico – hanno presentato al MIT richiesta per accedere al finanziamento previsto con lo stanziamento del fondo per i ristori per le perdite dovute all’emergenza Covid-19 nell’anno...
Leggi tutto