Dal 15 al 17 ottobre Terre di Pisa Food&Wine Festival

Pubblicato mer 13 ottobre 2021 15:28:47

Far conoscere e promuovere prodotti e ricette della migliore tradizione enogastronomica locale, con un’attenzione alla salute e alla sicurezza alimentare, rilanciando un messaggio antico, quello del medico Ippocrate di Cos: “che il tuo cibo sia la tua medicina”. Questo l’intento della nona edizione di Terre di Pisa Food&Wine Festival. Appuntamento dal 15 al 17 ottobre in Piazza Vittorio Emanuele II, nel pieno centro storico della città, con oltre 80 produttori locali di formaggio, olio, pasta, dolci, cioccolato, salumi, vini, birre e liquori, che esporranno i propri prodotti per la vendita e degustazione. Allo stesso tempo, per approfondire le conoscenze su queste eccellenze del territorio, ristoranti e bar della piazza proporranno menù e laboratori a tema, utilizzando le materie prime locali per l’elaborazione di piatti in cui coniugare tradizione e sperimentazione, in abbinamento ai vini locali.


Laboratori, degustazioni e attività per bambini

Un posto privilegiato verrà riservato all’olio, elemento cardine della tradizione agricola ed enogastronomica toscana: presso l’Oil Bar sarà possibile conoscere da vicino le diverse varietà di oli prodotti in regione e approfondire le caratteristiche nutrizionali e organolettiche delle diverse provenienze nel corso di degustazioni guidate che aiuteranno anche a scoprire i migliori abbinamenti tra olio e cibo. Lo spazio gestito dal Centro interdipartimentale Nutrafood dell’Università di Pisa permetterà, giocando e divertendosi, di acquisire le informazioni necessarie per un acquisto e un consumo più consapevoli del cibo che mangiamo per la nostra salute e sicurezza.Uno spazio particolare sarà riservato ai più piccoli: davanti al Murales di Keith Haring, bambini e ragazzi saranno coinvolti in attività di disegni legati al cibo ed invitati a fare una gustosa e sana merenda.

Musei, mostre, visite guidate e passeggiate alla scoperta di Pisa e della sua storia


Durante i giorni di svolgimento della manifestazione, inoltre, sarà possibile coniugare il tour enogastronomico e le degustazioni con visite a musei e monumenti approfittando delle convenzioni attivate ad esempio con il Museo di Storia naturale, il Museo del paracadutismo, la Domus mazziniana, il Museo delle navi antiche

Previsti anche degli itinerari tematici o delle visite guidate per andare alla scoperta di angoli o aspetti particolari della città: tra questi, il tour nei quartieri storici, San Martino e il Casino dei nobili, oppure la passeggiata per ammirare la città dall’alto delle mura medievali; le passeggiate alla scoperta dei Lungarni e dei palazzi storici che si affacciano su questo tratto della città o di alcuni angoli verdi molto suggestivi come il Giardino Scotto o il Giardino Sonoro di Ghizzano.  

Pubblicato in: enogastronomia, turismo

Leggi anche

Trasporto scolastico: 3 mila Comuni hanno richiesto finanziamenti previsti dal MIT

Solo 3 mila Comuni italiani - sui 5mila titolari di contratto di servizio per il trasporto scolastico – hanno presentato al MIT richiesta per accedere al finanziamento previsto con lo stanziamento del fondo per i ristori per le perdite dovute all’emergenza Covid-19 nell’anno...
Leggi tutto