Estate: tempo di vacanze in bicicletta

Pubblicato gio 8 luglio 2021 16:15:34

Estate sinonimo di vacanze, non solo al mare. Per quanti amano stare all’aria aperta e scoprire nuove mete e nuovi percorsi la biciletta è diventata compagna inseparabile di avventure.
In vista delle vacanze automobile.it ha realizzato una selezione di percorsi per appassionati di bici, includendo anche segnalazioni e consigli per caricare il proprio mezzo a due ruote sulla macchina e immergersi nella natura.

Nel 2020 le bici vendute sono state oltre 2 milioni (fonte Ancma), segnale incontrovertibile ormai del fatto che gli italiani amano la bicicletta e, incentivati dai bonus e stanchi di stare rinchiusi, hanno voglia di stare all’aperto. Rider o dilettanti, mare o montagna, non importa, la fortuna di abitare a due passi da sentieri non è da tutti e in ogni caso la voglia di prendere la bici e scoprire qualche posto sconosciuto sulle due ruote sembra aver contagiato tutti. Di seguito una selezione di tre itinerari da scoprire in sella, da nord a sud dello stivale, scovati tra quelli suggeriti da Italy Bike Hotels.


Toscana - Versilia: Cipollaio e Passo del Vestito
La Versilia è una classica meta estiva, soprattutto per chi abita in città, ma non tutti sanno che a pochi km dalle passeggiate ciclabili vista mare si nasconde anche un ventaglio di salite da conquistare in bici. Sono solo 20 i km pianeggianti per raggiungere la sfida del Cipollaio: una salita dalle pendenze costanti che misura ben 13 km. Una volta giunti in vetta gli occhi si riempiono di immagini inaspettate e panorami stupefacenti. La monotonia non fa parte della Toscana.

Dolomiti - Dall’Altopiano della Paganella alla Strada del Vino
Anche in estate c’è chi alle alte temperature del mare preferisce il fresco e la montagna. Dolomiti è anche sinonimo di pedalate a fondo valle, immersi in filari di vigneti. Così questo itinerario che da Andalo e dall’altopiano della Paganella porta fino alla Strada del Vino. Un percorso piacevole e praticamente pianeggiante fino al chilometro 80 circa dove la strada torna a salire fino al punto di arrivo di Andalo.

Puglia - Anello delle masserie
Il percorso si snoda attraverso le bellezze naturali, architettoniche e paesaggistiche della Murgia dei Trulli, pedalando tra la pietra viva, i muretti a secco, il rosso scarlatto dei gerani e i pinnacoli dei trulli. Partendo da Locorotondo, inserita nell’elenco dei “Borghi più belli d’Italia”, ci si addentra nella campagna in direzione mare verso il panoramico canale di Pirro fino a giungere ad Alberobello (capitale dei trulli e patrimonio Unesco): un villaggio di coni in pietra che si estende in altezza ripercorrendo le stradine che serpeggiano per il paese. Si consiglia una passeggiata fino al trullo sovrano e alla chiesa trulleggiante di Sant’Antonio.


Per raggiungere queste mete è importante avere la possibilità di trasportare il proprio mezzo a due ruote su un portabici per auto, in commercio ne esistono di differenti tipologie in grado di assecondare ogni esigenza e ogni fascia di prezzo:

  • Portabici auto posteriore, per due o più biciclette
    Uno dei modelli più comuni di portabici auto è quello posteriore che viene fissato direttamente sul portellone della vettura e rimane stabile grazie a una serie di ganci che si inseriscono nelle fessure dello stesso. Con questa tipologia di portabici auto è possibile trasportare sino a tre biciclette contemporaneamente e grazie alle cinghie fornite in dotazione le due ruote saranno agganciate in modo ancora più saldo al portabici.

  • Portabici auto tetto, per assicurare stabilità alla bici
    Molto apprezzato dagli amanti delle due ruote è il portabici da tetto. In questo caso sono presenti due traverse che percorrono tutta la larghezza del tetto dell’auto sulle quali andranno posizionate le biciclette. A seconda del modello prescelto sarà possibile posizionare la bicicletta sul telaio o sulla forcella, ma a prescindere da ciò la stabilità della bici sarà garantita dalle cinghie di ritenzione presenti nella dotazione di serie.

  • Il gancio traino, più complesso ma molto utile
    Questo dispositivo, ovviamente, presuppone la presenza del gancio traino per poter essere adottato altrimenti sarà necessario acquistarlo a parte e installarlo sulla propria vettura. Come si evince dal nome, questo portabici viene ancorato al gancio di traino, è possibile fissarlo con delle morse al telaio e consente di trasportare fino a 4 biciclette contemporaneamente. In commercio sono presenti modelli dalla semplice installazione e anche specifici per le bici elettriche.

 

 

Pubblicato in: bicicletta, turismo

Leggi anche

Trasporto scolastico: 3 mila Comuni hanno richiesto finanziamenti previsti dal MIT

Solo 3 mila Comuni italiani - sui 5mila titolari di contratto di servizio per il trasporto scolastico – hanno presentato al MIT richiesta per accedere al finanziamento previsto con lo stanziamento del fondo per i ristori per le perdite dovute all’emergenza Covid-19 nell’anno...
Leggi tutto