Integrità corrispettivi trasporto scolastico: ANAV chiede intervento De Micheli

Pubblicato dom 10 maggio 2020 16:15:51

ANAV torna a segnalare l’esigenza di una rapida conclusione della procedura di autorizzazione della Commissione europea per l’efficacia delle norme di sostegno al settore del TPL e del trasporto scolastico introdotte con la legge di conversione del decreto legge Cura Italia entrata in vigore il 30 aprile scorso.

In una nota congiunta con Asstra e Agens, l’Associazione ha chiesto un intervento in tal senso della ministra dei Trasporti Paola De Micheli così da consentire alle imprese rappresentate di fare pieno affidamento sulle risorse preventivate, evitando crisi di liquidità. Con la legge di conversione, infatti, è stato aggiunto il comma con il quale viene garantita alle imprese di TPL e di trasporto scolastico l'integrità dei corrispettivi dei contratti di servizio nonostante le minori percorrenze dovute all’emergenza epidemiologica per il periodo 23 febbraio-31 dicembre 2020. L’efficacia della norma è tuttavia subordinata all’autorizzazione della Commissione europea prevista dall’art. 108, par. 3, del Trattato UE sulle misure di aiuti di Stato. 

L’Associazione ha sottolineato come l’integrità dei corrispettivi e la puntualità di erogazione alle imprese sia imprescindibile nell’attuale fase di graduale ripresa delle attività produttive e di rafforzamento del traporto collettivo per garantire la continuità dei servizi in condizioni di sicurezza, evitando il sovraffollamento dei mezzi, in previsione anche della riapertura delle scuole nel mese di settembre. 

Pubblicato in: anav, Trasporto scolastico

Leggi anche

Trasporto scolastico: 3 mila Comuni hanno richiesto finanziamenti previsti dal MIT

Solo 3 mila Comuni italiani - sui 5mila titolari di contratto di servizio per il trasporto scolastico – hanno presentato al MIT richiesta per accedere al finanziamento previsto con lo stanziamento del fondo per i ristori per le perdite dovute all’emergenza Covid-19 nell’anno...
Leggi tutto